Magazine \ Arredamento

Armadi a muro di design: soluzioni per sfruttare ogni angolo di casa

created by Team editoriale Lunedì, 3 Ottobre, 2016 - 10:39

5
Media: 4.3 (3 votes)
Come arredare un armadio a muro

Sfruttare al meglio lo spazio a disposizione senza rinunciare all'estetica e al design può essere complicato nel momento in cui parliamo di abitazioni di piccole o medie dimensioni. Ma a tutto c’è una soluzione, e con qualche accortezza non dovrai rinunciare all’arredamento che desideri. Sogni un bell’armadio da utilizzare come guardaroba, ripostiglio o piccolo spazio da destinare agli usi più svariati? Un armadio a muro potrebbe essere la scelta perfetta per te!

Potrai organizzare al meglio gli ambienti di casa, senza privarti della funzionalità di una soluzione che ti permetterà di usufruire di ogni angolo o spazio presente tra due pareti in camera da letto, soggiorno, ingresso o corridoio. Tenendo ovviamente conto delle misure e degli elementi necessari per realizzarlo, potrai ricavare un armadio a muro da una nicchia della tua abitazione creando anche soluzioni originali e di design. Per esempio, perché non sfruttare il vano presente sotto le scale di casa come ripostiglio, scarpiera o vano per asse da stiro?

Oltre allo spazio e all’ambiente in cui inserirlo, ci sono altri fattori da considerare, dal materiale e il tipo di ante da scegliere, al colore e allo stile adatto alla tua abitazione, perché è importante capire anche come arredare un armadio a muro per renderlo a tutti gli effetti un elemento di design.

Idee per le ante dell’armadio a muro: quale soluzione scegliere

Una volta individuata la zona in cui inserirlo e considerato lo spazio a disposizione, è ora di decidere uno degli elementi principali che distingue i vari modelli tra cui scegliere: le ante dell’armadio a muro. Le tipologie principali tra cui scegliere sono:

  • ante scorrevoli;
  • ante battenti;
  • ante a libro.

La soluzione dell’armadio a muro con ante scorrevoli è probabilmente la più diffusa e quella che consente di risparmiare maggiore spazio. Potrai decidere di inserirne 2 o anche di più, secondo quelle che sono le tue esigenze. Inoltre, si tratta di una di un’opzione ideale se la tua casa ha uno stile moderno e dalle linee pulite ed essenziali: le ante scorrevoli doneranno un tocco di design alla stanza facendo sparire completamente il tuo armadio a muro.

Ricorda però, di tenere sempre a mente l’importanza delle giuste dimensioni. Solitamente la profondità di un armadio a muro minima è di 60 centimetri, ma in alcuni casi, se non hai bisogno di molto spazio, si può arrivare anche a 40 cm. In base all’utilizzo che dovrai farne, varierà anche l’altezza dell’armadio a muro: se intendi farne un guardaroba, si va da un minimo di 90 fino a 130/150 centimetri, essenziali per esempio nel caso tu debba appendere cappotti, giacche e abiti lunghi. Non mancano però anche usi alternativi della tua nicchia nella parete. Perché per esempio non farne un piccolo spazio tutto per te in cui inserire una scrivania? Un angolo che diventa un mini studio, ma ovviamente in questo caso sceglierai le dimensioni giuste in base alle tue esigenze e allo spazio a disposizione.

La seconda soluzione è un po’ più classica e consiste in un armadio a muro con ante battenti. In questo caso lo spazio a disposizione dovrà essere maggiore poiché dovrà tenere conto dell’apertura dell’armadio, fondamentale quindi la scelta della posizione che non dovrà ingombrare la stanza in cui sarà inserito. Solitamente una soluzione di questo genere ben si adatta ad uno stile più elegante e tradizionale, ma nulla vieta però di utilizzarla anche per un arredamento più moderno; quello che conta è scegliere uno stile minimal e lineare, il colore giusto e anche il materiale più adatto, come vedremo più avanti.

Un ultimo modello da prendere in considerazione riguarda gli armadi a muro con ante a libro che rappresentano in qualche modo una via di mezzo tra i due modelli precedenti. Anche in questo caso sarà possibile collocare più ante e dare vita ad un risultato particolare donando un tocco di stile in più all’ambiente, soprattutto se inserite in zone di passaggio come il corridoio o l’ingresso.

 

 

 

Materiali per armadi a muro: soluzioni adatte ad ogni stile

Il passo successivo riguarda la scelta dei materiali per un armadio a muro. SI tratta di una decisione fondamentale che, questa volta, più che dallo spazio a disposizione, dipenderà dallo stile predominante in casa.

Partiamo da uno stile più classico ed elegante dicendo che probabilmente i due materiali più utilizzati sono il legno, nelle sue varianti, e il laccato, da preferire nella sua variante opaca più che lucida.

Se scegli il legno le possibilità sono tantissime, dal legno massello a quello di rovere; anche per i colori preferisci quelli che ritieni più adeguati, dalle varie tonalità del marrone al bianco, ricordando sempre che le tonalità più chiare aiutano a far apparire l'ambiente più arioso. Bianco e legno sono inoltre un’accoppiata vincente se quello che cerchi è un armadio a muro in stile shabby chic: ante battenti con finiture che ricreino forme geometriche e fantasie, legno apparentemente grezzo e colore bianco o comunque di tonalità chiare, e il gioco è fatto.

Anche i materiali per uno stile più moderno non mancano: in questo caso potresti scegliere ancora una volta il legno, magari in laminato e di un colore chiaro, oppure una soluzione laccata lucida che ben si adatta a linee essenziali. Idee particolari potrebbero poi essere quelle di utilizzare materiali come l’alluminio o l’antracite, originali e perfetti anche per un arredamento in stile industriale. Ancora perché non scegliere un armadio a muro con ante a specchio? Si tratta un’opzione ottimale per donare luce e profondità alla stanza, creando la sensazione di maggiore spazio e riproducendo un design minimal ma allo stesso tempo elegante. Inoltre, è l’ideale per ricreare l’illusione di una semplice parete a specchio che dietro nasconde invece un funzionale armadio da utilizzare come preferisci.

Come allestire un armadio a muro

Altro fattore fondamentale riguarda concretamente come allestire un armadio a muro e quindi cosa inserire al suo interno per organizzare lo spazio che, ovviamente, dipenderà anche dall’uso che vorrai farne. Se intendi utilizzarlo come guardaroba, scarpiera o ripostiglio dovrai inserire tutta una serie di elementi, anche in base alle dimensioni a disposizione. Non possono mancare mensole e tubi appendiabiti, i primi si preferiscono in legno e i secondi in metallo. Oppure puoi decidere di inserire dei moduli per armadio a muro che puoi personalizzare in altezza, lunghezza, forma  e colore per comporre il tuo armadio come preferisci e modificarlo facilmente a tuo piacimento. Puoi inserirvi una scarpiera o dei portatutto pensili, un asse da stiro richiudibile e, nel caso i monolocali, persino la cucina!

Infine, potresti anche scegliere una soluzione più economica, utilizzando il cartongesso, un materiale meno pregiato, ma che ti permetterebbe anche di poter costruire da solo il tuo armadio qualora avessi un po’ di dimestichezza con questo genere di lavori. Solitamente il costo di un armadio a muro in cartongesso, si aggira intorno ai 9/10 € al mq per i pannelli e intorno ai 15 € all'ora per la manodopera qualora tu non volessi procedere in autonomia. Anche in questo caso andrai ad inserire mensole, ovviamente in cartongesso, e tubi appendiabiti in metallo.

Immagini: Mazzali: FREE LINE wardrobe di Mazzali, CC BY-SA 2.0 | DUAL wardrobe / armadio di Mazzali, CC BY-SA 2.0 | Mazzali: "900" wardrobe / l'armadio "900". Living area di Mazzali, CC BY-SA 2.0 | ESCAPE wardrobe / armadio di Mazzali, CC BY-SA 2.0