Magazine \ Arredamento

Come posizionare il televisore in casa: soluzioni pratiche e idee di arredo

created by Team editoriale Lunedì, 20 Febbraio, 2017 - 10:42

5
Media: 5 (3 votes)
Come posizionare la tv

Il televisore è ormai un vero e proprio complemento d’arredo di cui tenere conto quando si decide come arredare casa. Ecco allora che capire come posizionare la tv diventa indispensabile, sia per evitare eventuali problemi dovuti ad una postura scorretta o ad un’esposizione troppo ravvicinata, sia per garantire una visione ottimale.

È importante prendere in considerazione diversi fattori: la posizione, l’altezza, l’esposizione rispetto alla luce e agli altri complementi d’arredo presenti. È bene inoltre capire dove posizionare la televisione anche all’interno delle diverse stanze analizzando il modo in cui è più opportuno organizzare gli spazi a seconda dell’ambiente.

Poi si sa, anche l’occhio vuole la sua parte e gli ultimi modelli di televisori si contraddistinguono per forme e design sempre più moderni e accattivanti, perfetti per valorizzare ogni tipo di arredo. Allora come posizionare il televisore? Ecco tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Disposizione del televisore in casa: altezza, angolazione e illuminazione

Innanzitutto cerchiamo di capire quale dovrebbe essere l’altezza ideale per il televisore, così come la distanza tra lo spettatore e lo schermo. Per quanto riguarda il primo elemento, bisogna stare attenti a non posizionare la tv troppo in alto, la posizione giusta deve essere orizzontale rispetto allo sguardo di chi si trova di fronte, anzi meglio se leggermente più in basso; in questo caso ovviamente un ruolo importante lo giocano anche divani, poltrone o sedie che posizionerai di fronte, nel momento in cui decidi la disposizione del televisore considera quindi quali sedute userai abitualmente.

Per quanto riguarda invece l’angolazione della tv, ricordati che dovrebbe essere di circa 35° e che la disposizione ideale dovrebbe essere quella frontale; invece la distanza minima per guardare la tv dovrebbe essere calcolata in modo da essere circa tre volte l’altezza del televisore, oppure, per chi è un po’ più pratico, cinque volte rispetto alla diagonale in pollici della tv.

Un altro elemento di cui tenere conto riguarda l’illuminazione, sia naturale che artificiale. Quante volte infatti siamo stati infastiditi dai riflessi della luce durante un film? È importante capire come disporre la tv in relazione alle varie fonti di luce. Per esempio, quale dovrebbe essere la posizione di televisore e finestra? La regola principale è che la tv non dovrebbe mai essere parallela ad una finestra o, in caso di luci artificiali, essere posta al di sotto di lampade o altri sorgenti di luce. Come disporla quindi? La posizione ideale è leggermente avanti e laterale alle varie fonti di luce, oppure in diagonale rispetto ad esse.

Dove posizionare la tv in soggiorno: soluzioni e mobili tra cui scegliere

Sappiamo benissimo che il luogo privilegiato dove posizionare il televisore è il soggiorno: chi non ama guardare i propri programmi preferiti sul divano, magari dopo una lunga giornata di lavoro? Oltre alle indicazioni generali che abbiamo già visto, ecco qualche consiglio per decidere dove mettere il televisore in soggiorno.

La scelta dipende sia dallo stile e dal design della tua stanza che dallo spazio a disposizione. Puoi optare per un mobiletto, oppure decidere di posizionare la tv al muro, soluzione ideale se si tratta di un soggiorno di dimensioni ridotte. In base al modello della tv (considerato il poco spazio meglio un televisore di poco spessore) potrai scegliere di utilizzare sostegni fissi o mobili a seconda delle tue esigenze, nel secondo caso ovviamente avrai la libertà di roteare la tv.

Una soluzione di design interessante, ma che richiede maggiore spazio, consiste nell’incassare la tv all’interno di un pannello. Quest’ultimo potrà essere lungo quanto la parete oppure leggermente di più e dovrà avere al centro un vano in cui inserire il televisore. Inoltre, cerca di fare in modo che il pannello sia più spesso della tv, in questo modo avrai lo spazio per inserirvi tutti i cavi necessari che non rimarranno sparsi per casa; ottima idea su come nascondere i fili di una tv appesa al muro!

Puoi invece optare per una soluzione più classica scegliendo un mobiletto sul quale posizionare il tuo televisore. Sono tante le possibilità offerte e si adeguano a tutti gli stili di arredamento, anche quelli più moderni. Una soluzione sarebbe un bel mobile porta tv di design dalle linee pulite e semplici, magari in legno laccato, oppure in vetro o metallo, mentre per i colori meglio sceglere tinte tenui oppure gioca con il contrasto tra bianco e nero.

 

Come posizionare la tv in camera da letto

Nonostante ci sia da sempre un ampio dibattitto sull’utilizzo o meno della tv in camera da letto, è innegabile che questa stanza sia una di quelle predilette per la disposizione del televisore, davanti al quale rilassarsi comodamente sdraiati.

Ma come posizione la tv in camera da letto? Ovviamente nel calcolare altezza e angolazione dovrai considerare la posizione che assumerai. Metti in conto il fatto che solitamente in questo caso la tv si guarda da sdraiati. Tieni presente anche quale sarà l’altezza del tuo letto e considera dunque un’altezza e un’angolazione in linea di massima maggiori rispetto a quella che potrebbe essere per le altre stanze. Molto dipende anche dal tipo di supporto che sceglierai di utilizzare, per esempio una delle soluzioni migliori potrebbe essere quella di inserire una tv a parete in camera da letto, posizionata in alto, magari con un supporto che ne consenta il movimento. Ricordati anche i consigli relativi all’illuminazione, evita per esempio di collocarla sulla parete che si trova di fronte ad un’eventuale finestra.

Altre soluzioni potrebbero essere quelle di “nasconderla" in un apposito armadio da richiudere, magari con ante scorrevoli, oppure un mobile porta tv. Potrebbe anche essere dotato di rotelle in modo da essere spostato semplicemente da una parte all’altra della stanza a seconda delle esigenze, soluzione funzionale in cui andare ad inserire anche cavi e fili.

Come posizionare la tv in cucina

Se hai a disposizione una cucina di grandi dimensioni, un open space, oppure non vuoi proprio rinunciare all’inserimento del televisore anche in questa stanza della tua casa, ecco qualche informazione utile su come posizionare la tv in cucina. Nel caso di spazi ampi potresti scegliere un armadio all’interno del quale inserire la tv, solitamente per proteggerla è presente una chiusura in vetro. Sono molte oggi le soluzioni di cucine che comprendono questo genere di armadi e che si abbinano al resto degli elementi della cucina.

Tra le varie idee per la tv in cucina, una interessante potrebbe essere quella di includere uno schermo LCD da incasso all’interno di una delle colonne, un piccolo televisore estraibile, da orientare a seconda delle esigenze e dotato solitamente di una cornice in acciaio inox.

Non dimentichiamo ovviamente la possibilità di scegliere una tv da appendere in cucina, un televisore da parete da poter guardare mentre si prepara da mangiare oppure durante pranzi e cena. Per quanto riguarda l’altezza, il televisore dovrebbe essere posizionato almeno a mezzo metro da terra, ovviamente molto dipende dalle dimensioni della stanza. Inoltre, ricordati sempre che la posizione ideale dovrebbe consentire a tutti gli spettatori di avere una visione frontale.

Immagini: Livingroom di designmilk, CC BY-SA 2.0 | televisions in home di designmilk, CC BY-SA 2.0 | Kitchen View di alangraham999, CC BY 2.0