Magazine \ Arredamento

Come scegliere il divano giusto?

created by Team editoriale Mercoledì, 20 Luglio, 2016 - 11:18

5
Media: 5 (2 votes)
divano bianco due posti

Si può vivere senza televisione, senza quadri, senza piante da interni, senza tappeti, senza un tavolino basso… ma a nessuno verrebbe in mente di arredare il salotto senza il divano! Il divano è il principe della tua zona giorno: è l’elemento della casa che più di altri rappresenta il relax e il tempo libero, in cui ti prendi una pausa per leggere un buon libro, o cerchi rifugio nelle giornate no. Il divano ti coccola, ti fa riposare, è lo spazio della casa dedicato agli ospiti, in cui incontrare gli amici, e passare ore e ore a conversare, o a guardare un film.

Se l'interior design è la tua passione e cerchi di arredare casa con mobili unici e ricchi di stile, probabilmente in prima battuta penserai subito ad un modello all'ultima moda, con forme inusuali e innovative. Ovviamente un divano di design è un mobile unico, il fiore all'occhiello del tuo salotto. È però importante che sia anche comodo e che assolva a pieno agli usi che vorrai farne. È dunque indispensabile scegliere il divano giusto per poter godere a pieno dei momenti passati in casa, soli o in famiglia.

Ecco alcuni suggerimenti su come trovare il divano giusto in 5 mosse, prima di cominciare la ricerca leggi la nostra guida su come scegliere il divano. Avrai le idee più chiare e saprai effettuare l’acquisto giusto.

Divano classico o moderno?

Ciò che conta è che sia la scelta ottimale per la tua casa e per i tuoi gusti: se per te il salotto è una zona “mondana”, dove accogliere gli amici e fare conversazione, dovrai preferire soluzioni con una seduta più sostenuta. In queste occasioni è vietato sbracarsi e lasciarsi affondare! Se invece vuoi allestire una vera e propria zona relax, dove puoi leggere, ascoltare musica e guardare la TV completamente a tuo agio, potresti optare per un divano componibile con chaise longue, per avere il massimo comfort anche da sdraiati.

Come scegliere il colore del divano

Iniziamo con l’elemento più evidente, il colore. Quando si progetta l’arredamento del salotto, così come per le altre stanze, si dovrebbe avere in mente una palette colori: una serie di colori che abbinati insieme offrano un accostamento armonioso. Parti da un colore più deciso e accostagli un colore neutro che possa fargli da sfondo. Lavora con gradazioni di colore per giocare con le diverse temperature del colore per un effetto rilassante tono su tono, usa invece colori complementari per avere un effetto energizzante e d’impatto. Ricorda che il colore del divano deve abbinarsi con quello delle pareti, del pavimento e del tappeto, se c’è. Se ami l’arte, scegli il quadro più bello del tuo pittore preferito e usa quei colori per creare la tua palette personale.

 

Come scegliere le dimensioni del divano

Questo punto è sicuramente uno dei più importanti se non vuoi ritrovarti con un divano grande in una stanza troppo angusta in cui non riesci più a muoverti, o al contrario, con un divano due posti in un salotto da cerimonia. Quindi, metro alla mano, misura l’ampiezza dell’area libera della stanza in cui vorrai posizionare il divano, considera che devi avere uno spazio minimo di 50 cm intorno al divano per poterti muovere facilmente.

Quanti siete in famiglia? Per single e coppie può andar bene un divano due/tre posti, ma se in casa ci sono anche figli o sai di avere spesso ospiti, scegli un divano angolare e magari, posizionati di fronte o ai lati del divano,  puff o poltroncine.

Come posizionare i divani in salotto

Anche la posizione del divano dipende dalle dimensioni della stanza: se hai un soggiorno unico che comprende area pranzo e salotto usa il divano (e possibilmente anche un tappeto grande su cui posizionarlo) per definire gli spazi. Posiziona il divano al centro della stanza, con lo schienale verso la cucina, in questo modo avrai diviso il soggiorno in due aree distinte.
Se hai un divano a L puoi anche appoggiare al muro il lato lungo e usare il lato corto sempre con questa funzione separatrice. Se disponi di un salotto con una metratura più piccola scegli un divano due posti, possibilmente un divano contenitore per ricavare dello spazio in più. Disporre bene i divani in salotto ti permette di plasmare lo spazio e rendere gli spazi più accoglienti.
 
Nel caso il tuo salotto sia il regno della buona conversazione non potrà mancare un tavolino basso da salotto, da porre al centro, ad una distanza minima di mezzo metro da divani e poltrone.  Se poi gli amici rimangono anche a cena una soluzione ottimale è il tavolino da salotto che si trasforma in tavolo da pranzo.

 

Come scegliere il rivestimento del divano

Chiediti sempre che uso verrà fatto del divano, se in casa hai bambini piccoli o animali domestici o se invece puoi permetterti un divano di lusso, rivestito con materiali pregiati.

Il divano di pelle

Il re dei salotti classici è senza dubbio il divano in pelle. Divano di lunga durata, facile da pulire e design morbido ed elegante.

Il divano di ecopelle

Spesso viene fatta confusione tra ecopelle o similpelle: l’ecopelle è una pelle animale conciata con un procedimento a basso impatto ambientale, con un apporto ridotto di prodotti chimici; la similpelle, anche detta finta pelle, è invece un materiale sintetico, facilissimo da pulire ed economico ma che ha lo svantaggio di non traspirare e con il tempo si deteriora.

Il divano in tessuto

Molto comodi sono anche i divani in tessuto sfoderabile, così che tu possa togliere e lavare il rivestimento del divano in ogni momento. Praticissimi sono i rivestimenti per divano in microfibra per la facilità con cui si riesce a smacchiarli.

 

Come scegliere un divano comodo

Questa è la domanda delle domande, ovviamente l’unica garanzia è provarlo! Se state vedendo un divano letto in uno show room, ad esempio, e ne avete apprezzato la comodità una volta aperto, chiedete anche di poterlo provare da chiuso, e viceversa. Niente di peggio che accorgersi a casa che il fantastico divano letto una volta chiuso è scomodissimo, avrai comprato un oggetto che è scomodo per il 90% del suo uso!

Dal punto di vista ergonomico assicurati che i piedi poggino per terra, che i braccioli permettano di distribuire il peso sulle braccia e che lo schienale del divano arrivi alla fine della colonna vertebrale. I divani che non permettono alla schiena di appoggiarsi comodamente a lungo andare possono causare mal di schiena.

Se cerchi soluzioni per finanziare l’acquisto del tuo divano ti può interessare anche la nostra guida sulle modalità d’acquisto del salotto di casa

Usa questi semplici consigli per decidere quale tipo di divano acquistare per il tuo salotto, indipendentemente dallo stile di arredamento. Puoi infatti applicare queste indicazioni a ogni tipo di divano, che sia classico o alla moda. Buon acquisto!