Magazine \ Bagno // Ristrutturazioni & Materiali

Come ristrutturare il bagno di casa: fasi e costi dei lavori

created by Team editoriale Lunedì, 19 Febbraio, 2018 - 10:54

Media: 5 (4 votes)

 

Hai bisogno di informazioni su come ristrutturare il bagno della tua casa ma non sai da dove partire? Non preoccuparti, è normale trovarsi un po’ spaesati quando non si ha dimestichezza con certi argomenti. L’importante è procedere con ordine e capire quali sono gli elementi principali da conoscere: le misure minime previste dalla normativa, le fasi dei lavori, la scelta di sanitari ed accessori, i costi da sostenere, nonché le detrazioni fiscali di cui usufruire.

Potresti dover procedere alla ristrutturazione del bagno di una casa che hai appena acquistato, realizzare dei lavori che con il tempo sono diventati necessari, o semplicemente dare vita nuova al tuo bagno con un restyling di design. In ogni caso devi essere consapevole delle tempistiche e di tutti gli interventi di natura tecnica che dovranno essere realizzati, con il supporto di professionisti, soprattutto se si tratta di lavori di una certa entità.

Ovviamente ci saranno delle differenze se intendi rifare il bagno in maniera completa oppure occuparti solo di una parte di esso; prenderemo in esame tutte le varie ipotesi per darti un’idea dei lavori che dovrai effettuare in base alle tue esigenze.

Ristrutturare il bagno: misure minime da rispettare secondo la normativa

Quando si procede alla ristrutturazione di un bagno in tutte le sue parti, oppure quando si effettuano dei singoli lavori come la modifica dei sanitari o di altri elementi, è importante conoscere le dimensioni minime e i requisiti necessari.A definire le misure minime di un bagno intervengono sia il Decreto Ministeriale Sanità del 5 luglio 1975, che il Regolamento Edilizio del  tuo comune di riferimento, poiché le dimensioni possono variare in base al luogo in cui si trova la tua abitazione.

Vediamo però in linea di massima quali sono le dimensioni minime del bagno da rispettare e le caratteristiche che questo ambiente dovrà possedere:

  • innanzitutto dovranno essere presenti wc, bidet (o wc con bidet integrato), lavabo, doccia o vasca da bagno;
  • l’altezza minima rispetto al soffitto dovrà essere di 2,40 cm, eccezion fatta per quei regolamenti comunali che prevedano diversamente;
  • nel caso in cui non sia possibile o non si voglia inserire una finestra, la normativa prevede l’aerazione forzata di un bagno cieco, cioè l’inserimento di un meccanismo automatizzato che garantisca l’aerazione dell’ambiente;

Inoltre, per fare in modo che venga rispettata la larghezza minima di un bagno, è necessario considerare le dovute distanze tra tutti gli elementi:

  • una distanza di almeno 20 centimetri tra wc e bidet, così come tra bidet e doccia;
  • almeno 10 cm tra wc e doccia, bidet e lavabo ed eventualmente tra due lavabi presenti;
  • una distanza di 5 cm tra lavabo e doccia o lavabo e vasca da bagno.

Infine, è importante considerare anche le distanze degli elementi rispetto al muro che dovranno essere di 20 cm per il bidet e 15 cm per il wc.

Fasi di ristrutturazione del bagno

Una volta assodate le misure, vediamo quali sono le fasi per la ristrutturazione di un bagno:

  • il primo passo da fare consiste nell’eventuale rimozione di sanitari esistenti, di pavimento e massetto;
  • una volta fatto questo, avviene la sostituzione dell’impianto idraulico; solitamente se ne preferisce uno a pavimento per creare meno ingombro alle pareti scegliendo tubi in pvc o polietilene. In questa fase bisognerà tenere conto di tutti i punti idraulici da installare, questo passaggio è molto importante anche per definire il costo di un impianto idraulico a mq che viene calcolato proprio in base ai punti idrici da inserire (parliamo solitamente di 170 € + IVA). Se necessario si procederà anche alla sostituzione dell’impianto elettrico;
  • a questo punto si dovrà intervenire sulle pareti alle quali verrà aggiunto l’intonaco e gli eventuali rivestimenti prescelti, solitamente le piastrelle;
  • il passo successivo consiste nella sistemazione di massetto, pavimento e poi successivamente, dei nuovi sanitari e di tutti gli accessori prescelti!

Molto dipenderà dal tipo di intervento che dovrai realizzare ma, in linea di massima, queste sono le fasi di ristrutturazione di un bagno completo.

Ristruturare un bagno: costi e tempi

Una volta analizzate le principali fasi per la realizzazione del tuo nuovo bagno, parliamo di altri due elementi fondamentali: tempo e costi.

Per quanto riguarda le tempistiche non c’è una previsione precisa, molto dipende dagli interventi da effettuare; solitamente comunque l’installazione dell’impianto idraulico, cioè l’operazione più impegnativa, non richiede più di una settimana.

Se ti stai chiedendo invece quanto costa ristrutturare un bagno, anche in questo caso gli elementi da considerare sono molti: i metri quadri a disposizione, le piastrelle e i rivestimenti scelti, i sanitari, la rubinetteria e gli accessori da inserire. Mediamente comunque possiamo dire che il prezzo oscilla tra i 4.000 e i 6.000 €, con tutte le eccezioni del caso.