Magazine \ Casa & Finanza

Apertura di credito in conto corrente: che cos’è e come funziona

created by Team editoriale Mercoledì, 2 Dicembre, 2015 - 17:31

Media: 5 (1 voto/i )
Credito in conto corrente

Avere a disposizione la liquidità necessaria per far fronte a tutte le diverse esigenze che possono presentarsi, è diventato ormai per molti un miraggio.

Ci sono però varie soluzioni che permettono di venire incontro a questa necessità. Avrai sicuramente sentito parlare dell’apertura di credito in conto corrente, se così non fosse, qui troverai tutte le informazioni utili a comprendere di cosa si tratta e a capire se può essere una soluzione che fa per te. L’apertura di credito può rappresentare, infatti, un’ottima soluzione sia per affrontare eventuali situazioni impreviste, sia per avere disponibilità di denaro qualora ne avessi bisogno.

Procediamo però con ordine, cominciamo con la definizione di apertura di credito in conto corrente, per poi scendere più nel dettaglio cercando di capirne tutte le caratteristiche. Trattandosi di un vero e proprio contratto di apertura di credito dobbiamo, infatti, coglierne chiaramente tutte le implicazioni e le peculiarità.

Cos’è l’apertura di credito: definizione e caratteristiche principali

Quando parliamo di apertura di credito in conto corrente, intendiamo quel particolare contratto attraverso il quale una banca si impegna ad assicurare al proprio cliente l’accessibilità ad una certa quantità di denaro per un lasso di tempo che può essere determinato o indeterminato.

Con l’apertura di una linea di credito a tempo determinato, si stabilisce un dato periodo di tempo e la banca non può recedere salvo che non ci sia una giusta causa; inoltre deve essere garantito un preavviso minimo di 15 giorni per permettere al cliente di poter rendere il denaro utilizzato.

Nel caso tu decida invece per un contratto di apertura di credito in conto corrente a tempo indeterminato, non viene definito un periodo specifico, ma tutte e due le parti possono venire meno al contratto sempre garantendo un avvertimento di almeno 15 giorni.

 

Contratto di apertura di credito: due modalità di esercizio

L’esercizio dell’apertura di credito in conto corrente può avvenire secondo due procedure differenti:

  • Apertura in conto corrente: in questo caso puoi sia prelevare, sia versare sul conto corrente associato al contratto.
  • Apertura di credito semplice: in questo caso puoi solo prelevare, ma non eseguire versamenti.

Si tratta quindi di una differenza significativa che prevede nel caso dell’apertura di credito in c/c, una più vasta possibilità di utilizzi della somma messa a disposizione per i clienti. Si contempla in sostanza anche l’eventualità di poter effettuare pagamenti verso terze parti per esempio emettendo assegni.

Apertura di credito allo scoperto e garantita

Un’ulteriore caratteristica da tenere in considerazione quando si sta pensando di effettuare l’apertura di una linea di credito, è quella che si riferisce alle garanzie che devono essere concesse alla banca affinché venga messa a disposizione la liquidità di cui si necessita. Anche in questo caso hai due possibilità:

  • la prima è quella dell’apertura di credito allo scoperto, cioè il caso in cui la banca autorizzi il credito senza che il cliente assicuri nessuna garanzia;
  • la seconda possibilità è quella dell’apertura di credito garantita secondo cui invece, il cliente deve assicurare delle garanzie personali o reali, garanzie da considerarsi valide per tutto il periodo del contratto. Nel caso in cui questa non risulti più adeguata o sufficiente affinché la banca continui il rapporto, quest’ultima può pretendere maggiori garanzie o addirittura richiedere che subentri un garante diverso.

Per quanto riguarda gli interessi da corrispondere per un contratto di apertura di credito in conto corrente, questi sono relativi solo alla somma di cui effettivamente si fruisce e non alla somma totale a disposizione. Un’ultima precisazione, scontanta ma, importante da fare è relativa al fatto che, essendo questo un vero e proprio contratto, è necessaria la forma scritta per l’apertura di credito in conto corrente.