Questions

  • 3Risposte
  • 875Viste
  • 0Commenti

Casa & Finanza

Come funziona l'affitto concordato?

created by Rosa Galliandro Martedì, 29 Dicembre, 2015 - 11:01

Buongiorno a tutti i quanti! Premetto che di finanza, mutui e argomenti simili ci capisco poco quindi ho bisogno di aiuto. Ho intenzione di affittare casa e tra le varie possibilità mi sono imbattuta nel contratto di locazione a canone concordato. So che si tratta di un tipo di contratto in cui il canone è già definito e che ha una durata diversa rispetto agli altri contratti, ma vorrei qualche informazione in più e soprattutto vorrei capire bene come funziona l’affitto concordato!

Risposte (3)

S

created by Stella F. Martedì, 1 Marzo, 2016 - 16:57

Non ti preoccupare si tratta di un argomento molto più semplice di quanto credi e anche chi non è esperto come noi, può farsi un’idea. In pratica si tratta di un contratto concordato 3+2, infatti, una delle sue particolarità è che ti vincola per 3 anni, con la possibilità di rinnovare per altri due in maniera tacita senza bisogno di nessuna comunicazione, salvo che ovviamente tu non voglia porre fine al contratto. In quel caso 6 mesi prima della scadenza devi mandare una raccomandata alla controparte.

Oltre alla durata del contratto di locazione a canone concordato, un altro elemento fondamentale riguarda ovviamente l’affitto che viene stabilito non dalle parti ma, se non sbaglio, sulla base di accordi territoriali che devono essere stati stipulati dal tuo comune!

F

created by Freddy M Giovedì, 4 Febbraio, 2016 - 19:23

In sostanza uno dei requisiti per la locazione a canone concordato, riguarda il fatto che il tuo comune deve far parte di quelle zone ad alta densità abitativa inserite nella lista del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) e nelle quali sono stati sottoscritti degli accordi territoriali. Secondo questi accordi viene anche eseguito il calcolo dell’affitto concordato tenendo conto di alcuni fattori come il tipo di abitazione (per esempio se non ricordo male alcune categorie catastali sono escluse), lo stato in cui si trova, i metri quadri, il valore locativo minimo e massimo definito in quella zona, ecc. Comunque se vuoi farti un’idea online, trovi anche un fac-simile del contratto a canone concordato.

M

created by Manuele Mitri Giovedì, 7 Gennaio, 2016 - 17:04

Diciamo che avete dimenticato di spiegarle la cosa più importante da sapere, cioè quali sono le agevolazioni fiscali della locazione a canone concordato! Ci sono dei vantaggi anche per il proprietario ma credo che a te interessi sapere quali sono le agevolazioni del canone concordato per l’inquilino. Diciamo che sono sostanzialmente due:

  • puoi usufruire di un affitto che è sicuramente più basso rispetto a quello medio sul mercato;
  • sono previste delle detrazioni Irpef in base al reddito, infatti, puoi risparmiare 495,80 euro se il reddito familiare non supera i 15.493,71, se invece li supera ma non è maggiore di 30.987,41, hai diritto ad una detrazione di 247,90 euro.

Per beneficiare di queste detrazioni però, l’immobile deve essere usato come abitazione principale e tu devi esserne l’unico intestatario.