Magazine \ Casa & Finanza

Come ottenere il bonus verde 2018 per terrazzi e giardini

created by Team editoriale Lunedì, 23 Ottobre, 2017 - 16:31

Ancora nessun voto

Città più verdi, con terrazzi e giardini più curati per aiutarci a respirare aria più pulita. Ecco perchè il 2018 porta alle famiglie italiane, privati e condomini, una detrazione del 36% su 5 mila euro di spesa complessiva utilizzata a migliorare il verde in casa. Chi ha balconi, terrazzi e giardini, proprietari di appartamenti in condominio e villette singole possono usufruire del bonus. Il bonus viene destinato anche alla sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni: si tratta di terrazzi, balconi e giardini condominiali.

Chi ha per esempio una casa con giardino dove fare grosse potature, o una siepe malata da sostituire con una sana o anche un impianto d'irrigazione da installare o sostituire, può richiedere questo incentivo. Ma anche chi vuole far rentrare le spese relative al progetto di un'area verde ad un progettista di giardini e non all'amico. Anche se vuoi trasformare in giardino un'area incolta potrai utilizzare questo incentivo.

 

In cosa consiste il bonus verde 2018

Dopo il bonus mobili dedicato alle ristrutturazioni di casa, in cosa consiste il bonus dedicato al giardinaggio? La legge di bilancio 2018 prevede una detrazione fiscale per le spese eseguite in favore del verde di casa e a beneficiarne saranno proprietari di case con giardino, ma anche appartamenti con terrazzi e balconi. Chi volesse intervenire sul verde di casa e avrà un importo di spesa massimo annuo di 5 mila euro, può richiedere un bonus fino al 36%. Tanto per fare un esempio, se spendi 3.000 euro per comprare piante e fiori, la detrazione è di 1.080 euro (36% di 3 mila). Inoltre, come dice la legge: "Il limite di 5mila euro però non è calcolato sulla persona del contribuente ma sull'immobile. Quindi una persona con due case potrà usufruire due volte del bonus per un totale di spesa di 10mila euro e quindi una detrazione di 3.600 euro complessivi tra i due immobili. Le spese dovranno ovviamente essere documentate e dovranno passare da "bonifici speciali". La detrazione viene ripartita in 10 quote annuali."

Le spese dovranno essere documentate e dovranno passare da "bonifici speciali". La detrazione viene ripartita in 10 quote annuali.

Gli altri bonus casa per il 2018 sono i seguenti: 50% per le ristrutturazioni e per l'ecobonus al 65%. Conferme fino al 2021 per l'ecobonus condomini al 70-75% e per il sismabonus al 75-85%.