Magazine \ Casa & Finanza

Come ottenere un finanziamento o il bonus mobili per sostituire la cucina

created by Team editoriale Mercoledì, 31 Ottobre, 2018 - 16:02

Ancora nessun voto

Vuoi ristrutturare la cucina o sostituirla? Hai comprato casa e hai bisogno di un prestito per finanziare i lavori di ristrutturazione? Per rinnovare l’arredamento di casa puoi optare per due opzioni: o scegliere dei prestiti personalizzati che ti consentono di ottenere fino a 30/50 mila euro per finanziare l’intero progetto, oppure ottenere gli sgravi fiscali e i finanziamenti con il Bonus mobili 2018. In ogni caso devi sapere quali sono le caratteristiche di questo prestito personale e come confrontare le varie offerte, scegliendo quale fa al caso tuo. Innanzitutto è bene informarsi al meglio e fare attenzione. Ma andiamo con ordine.

Finanziamenti per cucina e arredi: a chi chiederli? Quanto puoi chiedere?

Iniziamo parlando dei finanziamenti e dei prestiti che puoi ottenere da una banca o un istituto privato e dalle aziende di arredamento. Online puoi trovare molte di queste proposte che si possono definire in base alle tue esigenze. Alcuni rivenditori hanno accordi con società finanziarie e propongono ai clienti un finanziamento per l’acquisto dei mobili che permetterà di acquistare il salotto nuovo o cucina nuova a rate. Si parla in tal caso di prestito finalizzato: il rivenditore ha stabilito una convenzione con un istituto finanziario erogante e propone al proprio cliente l’attivazione del prestito. Tra le proposte abbiamo per esempio Ikea che propone un finanziamento a tasso zero fino al 6 gennaio 2019 se acquisti una cucina tramite la consulenza d'arredo online o se acquisti una camera da letto o un soggiorno con la consulenza PAX & BESTÅ. Come funziona? Fino a 30 mesi, la prima rata a 30 giorni  e l’importo finanziabile parte da € 99 fino a € 10.000 per acquisti nel punto vendita. Da € 99 fino a € 5.000 per acquisti online. L’azienda Snaidero invece propone pagamenti dilazionati che consentono finanziamenti da € 1.000 a € 25.000, con tasso zero e rate fino a 24 mesi.

Tra le proposte di istituti bancari c’è la soluzione Findomestic che propone un finanziamento totale del progetto di ristrutturazione e/o acquisto mobili e elettrodomestici, con un importo dai 1.000 euro ai 60.000.  Il prestito personale Findomestic è 100% online con la firma digitale.

In generale per quanto riguarda le tempistiche, il prestito viene emesso generalmente nell’arco di 5 giorni: ma questo dipende dalla banca o dalla società a cui ti rivolgi. Generalmente occorre poter dare alcune garanzie per restituire la somma erogata, prima fra tutte la sussistenza di un contratto di lavoro – a tempo determinato o indeterminato – stipulato da minimo 5 mesi e la presenza di un conto corrente postale o bancario.

Bonus mobili: ultime novità di fine 2018 e proroga per il 2019

Nella manovra finanziaria 2018 c’è la proroga per tutto il 2019 della detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie e per il bonus mobili ed elettrodomestici, sempre al 50%. Per le ristrutturazioni, i lavori possono essere fatti fino a 96 mila euro di spesa per unità immobiliare. La spesa detraibile per i mobili è invece al massimo di 10.000 euro. Le spese sostenute nel 2018 per l’acquisto di mobili sono detraibili solo se i lavori sono iniziati dopo il 1° gennaio 2017. Tra gli acquisti agevolabili ci sono: i letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione perché sono un necessario completamento dell’arredo e ovviamente gli arredi e elettrodomestici della cucina. Le giovani coppie, sposate o conviventi da almeno 3 anni di cui uno dei due abbia meno di 35 anni, che acquistano un immobile ad adibire ad abitazione principale possono fruire di una detrazione fiscale al 50% per l’acquisto di mobili nuovi (non di grandi elettrodomestici) con cui arredare casa. Hai meno di 35 anni e sei in coppia? Esistono inoltre dei bonus per le giovani coppie, sposate o conviventi da almeno 3 anni, di cui uno dei due abbia meno di 35 anni, che acquistano un immobile da adibire ad abitazione principale. In questi casi si può usufruire di una detrazione fiscale al 50% per l’acquisto di mobili nuovi (non di grandi elettrodomestici) con cui arredare casa.

Foto cover: Istockphoto