Magazine \ Complementi d'arredo // Fai da te

Arredare con il fai date: patchwork e quilting

created by Team editoriale Giovedì, 14 Gennaio, 2016 - 10:52

Media: 5 (1 voto/i )
copriletto quilt a esagoni

Il copriletto è uno degli elementi d'arredo principali della camera da letto, soprattutto se si tratta di un letto matrimoniale che occupa solitamente una superficie consistente della stanza.

Realizzare un copriletto matrimoniale fai da te è un lavoro che richiede tempo, ma che può dare molta soddisfazione ed essere un complemento d'arredo originale che renderà unica la tua camera, con un tocco molto personale.

Il patchwork è una delle tecniche più conosciute per realizzare un copriletto fai da te. Ma da dove incominciare? Ecco qualche esempio e le informazioni di base per iniziare a creare le tue trapunte patchwork, uniche e adatte allo stile della tua camera da letto.

Patchwork o quilting?

Il patchwork è una tecnica fai da te con la quale si possono realizzare vari oggetti in tessuto cucendo insieme piccoli ritagli di stoffa, geometrici o meno. Con questa tecnica si possono creare coperte, quilt, borse, federe per cuscini, pupazzi di pezza e molto altro ancora. Spesso si sente anche parlare di quilting, ma non sono la stessa cosa.

Il quilt cos'è?

La parola quilt significa trapunta, il quilting quindi è la tecnica di trapuntare le stoffe formando, sfruttando le cuciture, quei tipici disegni con effetti di bassorilievo.

Come è fatto un quilt?

Il quilt è formato da tre strati, uno superiore che di solito è costituito da un patchwork di stoffe, uno di imbottitura (di lana o sintetica) e uno strato inferiore, per il quale si utilizza di solito una stoffa a tinta unita.

Patchwork, un po' di storia

Il patchwork ha avuto una grande diffusione nell'America della conquista del West: in un periodo di frequenti spostamenti era necessario avere sempre dietro delle coperte per ripararsi dal freddo durante il cammino. Non disponendo di molti materiali, le donne facevano ricorso ai tessuti di scarto che conservavano gelosamente.

I frammenti di stoffa venivano cuciti insieme per realizzare coperte che tenevano al caldo i viaggiatori durante le loro lunghe traversate.

Con il tempo la tecnica patchwork si è evoluta e sono state utilizzate sempre di più stoffe di pregio; anche i motivi si sono differenziati in diversi stili e da semplici composizioni geometriche i quilt patchwork sono oggi vere e proprie opere d'arte. Esistono infatti tanti contest e mostre in cui questi preziosi manufatti vengono esposti: il quilt nella foto qui sopra è stato realizzato dall'artista Janneke de Vries-Bodzinga, vincitrice della categoria Pictorial Quilt del Festival of Quilts di Birmingham del 2014.

Tra gli stili più conosciuti e importanti:

  • patchwork applique: i motivi decorativi sono costituiti da sagome di stoffa ritagliate e applicate su un'altra stoffa che funge da sfondo per il disegno;
  • patchwork baltimora: è un applique i cui soggetti sono spesso cestini e cornucopie, ha preso il nome dalla città in cui si è diffusa questa tendenza;
  • patchwork giapponese: tecnica complessa e raffinata che utilizza elementi geometrici per delle composizioni minuziose;
  • molas: è una tecnica latino americana che invece di cucire le sagome una sull'altra, sovrappone tutte le stoffe della stessa dimensione, ritagliando mano a mano i vari strati, fermandosi al raggiungimento del colore desiderato su cui si effettuano le cuciture.

Come fare una trapunta patchwork

Se l'idea ti è piaciuta e hai deciso di cimentarti nella tua prima trapunta in patchwork fai da te, ti consigliamo di dotarti degli strumenti di base:

  • piano da taglio (un tappetino verde con delle griglie che aiutano ad essere precisi nel taglio della stoffa);
  • forbici da tessuto;
  • cutter (taglierino a lama rotonda rotante);
  • filo, aghi e spilli;
  • tessuti in cotone;
  • imbottitura per trapunte;
  • ferro da stiro;
  • macchina per cucire.

Per la scelta della stoffa si consiglia sempre di utilizzare i tessuti americani in cotone, sono di buona qualità e non stingono.

Per quel che riguarda l'imbottitura per trapunte patchwork si possono usare imbottiture in cotone, lana, seta e poliestere.

Quilt, quale tecnica usare

Si trovano tanti schemi per il patchwork gratuiti online e sulle riviste cartacee. Cerca per cominciare uno schema geometrico semplice, ad esempio puoi iniziare con un quilt a quadrati regolari o con un disegno a triangoli come il patchwork tutorial presentato. Essendo questo progetto patchwork molto semplice dovrai utilizzare bene i colori e scegliere le stoffe con un bel contrasto colori.

Quando avrai preso la mano e saprai come fare una trapunta patchwork semplice, potrai divertirti a provare le tecniche più avanzate e creare il tuo quilt personalizzato.

Il quilt è fantastico anche come idea regalo: un ricordo caldo e avvolgente da portare sempre con te.