Magazine \ Cucina

Acquisto e manutenzione delle cappe da cucina

created by Team editoriale Lunedì, 25 Maggio, 2015 - 18:02

5
Media: 4.3 (3 votes)
cappe da cucina

 

 

Abbiamo visto quali sono i tipi di cappe da cucina tra cui scegliere. Ma su quali elementi basarsi al momento dell'acquisto? Cosa bisogna considerare? Oltre ai vari tipi di cappa idonei ad ambienti domestici dalle caratteristiche differenti, ci sono altri aspetti da considerare quando si compra una cappa da cucina. 

Cappa aspirante o filtrante

Innanzi tutto, è bene distinguere tra:

  • cappa aspirante
  • cappa filtrante.

È sempre preferibile installare una cappa aspirante dotata di un tubo che trasporti i fumi e gli odori all'esterno. Tuttavia, se le caratteristiche della casa non lo permettono, si può optare per una cappa con filtri a carboni attivi. In questo caso i filtri devono essere sostituiti periodicamente. Quasi tutte le imprese offrono cappe da cucina dotate di entrambi i sistemi.

Dimensioni e potenza della cappa

La larghezza minima della cappa deve essere quanto meno pari a quella del piano di cottura, ma è bene precisare che qualche centimetro in più permette ai fumi di essere assorbiti completamente. Per esempio, se la piastra è di 60 cm, la cappa perfetta dovrebbe misurare 70, 80 o 90 cm.

Altrettanto importante è la potenza di aspirazione della cappa che va calcolata in base alla dimensione della cucina. La formula è la seguente: moltiplica la superficie della cucina (in m2) per la sua altezza, poi moltiplica la cifra ottenuta per 12. Quindi, una cucina di 10 m2 e 2,7 m di altezza avrà bisogno di una cappa con una potenza di 324 m3 / h. In effetti, la potenza di aspirazione si calcola in m3/h, che rappresentano il volume d’aria che la cappa riesce ad aspirare in un’ora.

Installazione della cappa in cucina

Quando si istalla una cappa, è bene rispettare la distanza di sicurezza, ovvero l'altezza della cappa dal piano cottura che deve essere almeno di 65 cm in caso di piano in vetroceramica e di 70 cm in caso di cucina a gas.

Inoltre, il tubo di uscita dei fumi deve essere il più diritto possibile, per facilitare il movimento e l'evacuazione di fumi e odori. Naturalmente, meglio evitare il fai da te e chiedere l'aiuto di uno specialista che sappia perfettamente come installare una cappa.

Manutenzione della cappa

È importante ricordarsi di lavare e sostituire periodicamente i filtri della cappa. Se sono in metallo, è possibile lavare i filtri in lavastoviglie. Se, invece, si opta per una cappa con filtri a carbone la sostituzione va effettuata in base alla frequenza d'uso della cappa e alle raccomandazioni della casa produttrice.