Magazine \ Cucina

Cucina bianca: un grande classico per una casa contemporanea

created by Team editoriale Mercoledì, 10 Gennaio, 2018 - 14:48

Ancora nessun voto

La cucina bianca è un grande classico che non passa mai di moda. Decorare la cucina di un solo colore, e in particolare con il bianco, è tutt'altro che noioso. Sia che il bianco sia integrato con la decorazione del soffitto, delle pareti o delle finiture dei mobili, mantiene sempre un fascino speciale e rende l'ambiente più luminoso, infatti è molto indicata in case un po' buie. Che si tratti di bianco su bianco, di bianco su legno, o di bianco e tocchi di colori fluo, l'uso di questo colore per la cucina funziona sempre. Ti presentiamo alcune delle migliori idee per creare la cucina che hai sempre sognato.  

Alcune idee per una cucina all white

Iniziamo dal contorno della cucina. Un grigio intenso alle pareti può far da sfondo: un abbinamento elegante ma che rischia di diventare un po' freddo. Basta però abbinare oggetti colorati o di legno per scaldare l'ambiente e rendere questo spazio molto armonico.

Le superfici bianche, lisce, lucide e senza maniglie, sono ideali per composizioni a vista sul soggiorno. Un tocco di colore nell’ambiente può essere aggiunto puntando su accessori per cucinare o per la tavola. Quando si scelgono i mobili della cucina bianchi anche elementi come la cappa, gli scaffali o lo zoccolino possono essere coordinati alla tinta dei mobili. La finitura bianca, oltre che sui pannelli di legno (laccati o rivestiti in laminato), si può realizzare mediante verniciatura su materiali come inox, alluminio o vetro.

Tra le proposte che abbiamo scelto per te te una cucina total white, B50 di Berloni, (immagine di copertina) un programma che racchiude tutte le finiture disponibili nella gamma Berloni. Prende spunto dalla celebrazione del 50° anniversario della fondazione dell’azienda. Sempre dell'azienda Berloni, anche la collezione Brera che offre la possibilità di avere una cucina senza maniglia con la presa direttamente sull’anta. 

Dell'azienda Snaidero invece altre 2 proposte la collezione Way e la collezione First. Infine ideale per un open space Mood di Scavolini, dotata di una penisola con piano cottura dallo stile molto contemporaneo.

Quali rivestimenti è bene preferire per il pavimento?

È sempre meglio optare per soluzioni resistenti e adatte a locali umidi, data la presenza di vapore e fumi di cottura. Perfette le piastrelle in gres, che esistono in un’infinità di colori e finiture, ora persino effetto legno. Molto adatte anche le resine, eventualmente colorate per vivacizzare l’ambiente: idrorepellenti e igieniche contrastano il formarsi di muffe e batteri. Inoltre possono essere ulteriormente protette con prodotti di finitura superficiale, che ne esaltano le caratteristiche di impermeabilità e robustezza. Per gli amanti del parquet, che non vogliono rinunciarvi nemmeno in cucina, si consiglia di scegliere un legno molto duro e resistente all’usura, all’urto e soprattutto all’umidità. Tra questi il teak e il mogano, tra i più resistenti in commercio.

 

Immagini: Berloni | Snaidero | Scavolini