Magazine \ Cucina

Cucine a vista, proposte economiche per case piccole

created by Team editoriale Martedì, 6 Marzo, 2018 - 15:10

Ancora nessun voto

La cucina è il fulcro della casa, per questo è importante sceglierla bene. C’è chi la preferisce aperta sul soggiorno (cucina a vista), in uno scenografico open space senza divisioni, in cui ruotano attorno ai fornelli tutte le attività quotidiane: il lavoro, lo studio, la convivialità. Un luogo insomma da vivere e da mostrare. C'è invece chi la preferisce chiusa e separata dal soggiorno, per avere un ambiente più intimo che offra la comodità di poter nascondere piatti e pentole.

Oggi le case hanno una metratura sempre più piccola e la gestione dello spazio diventa fondamentale per avere una casa funzionale ma anche alla moda. Per questo motivo, se hai una casa piccola e una cucina con affaccio sul living, come un monolocale, puoi usufruire di arredi e elementi di design per definire lo spazio, un ottimo modo per avere tutto a portata di mano.

Come gestire questi ambienti piccoli? Per gli open space di piccole dimensioni le soluzioni sono molteplici per trasformare l'ambiente in uno spazio ibrido dove cucinare, lavorare e accogliere gli amici. Vediamo insieme le proposte di design, economiche ed eleganti.

Cucina aperta sul salotto con isola indipendente

Allargare gli ambienti, integrando la cucina all’area living, ha il vantaggio di donarti una casa più ariosa e luminosa. La divisione perfetta è il piano cottura a muro e, in un’isola indipendente, il lavandino. In questo caso l'isola diventa un ponte con il soggiorno. Attenzione perchè se sull’isola si posizionano gli elettrodomestici o il lavello, va controllata la posizione dell’impianto idraulico ed elettrico. Il bancone, l'isola indipendente, diventa così l'elemento di design su cui sbizzarrirsi per rendere originale e moderna la resa estetica della cucina. Un luogo dove mangiare, lavorare, studiare e cucinare e creare i cocktail per gli amici (quasi un angolo bar) integrando perfettamente i vari momenti della giornata.

Per attualizzare le linee, i mobili contenitori, inseribili a sbalzo, in profondità o in altezza, possono dare grande movimento alle forme. Aiutano in questo le attuali finiture, sofisticate come le essenze lignee al naturale o trattate per effetti gradevoli al tatto o alla vista (come ad esempio i tranché o i sabbiati), le laccature lucide e opache in tinte meno tradizionali, come il cemento cerato o compositi industriali, una vera tendenza per le cucine 2017.

Nella foto puoi vedere la cucina First di Snaidero, un progetto di cucine di design economiche che parla ad un pubblico giovane, non solo nell’età, ma soprattutto nel gusto.  

Cucina aperta sul salotto con penisola

Ideale per chi in casa ha meno spazio, nella penisola puoi pensare di contenere molte funzioni. Puoi attrezzare così la tua cucina: bancone snack con sgabelli alti (l’altezza è superiore a quella di un tradizionale tavolo), piano cottura, top per aumentare la superficie di lavoro. Un altro modo per dividere zona operativa e zona relax può essere quella di inserire una composizione-libreria con ripiani a giorno e senza schienale, che lascia aperta la visuale tra i due ambienti, oppure un muretto. Se l’ambiente non è troppo piccolo e si vuole invece schermare in parte la cucina, si può anche costruire una quinta in cartongesso, che aumenta lo spazio parete per altri mobili.

Nella foto puoi vedere la cucina First di Snaidero, modello con penisola, in finitura rovere.

I materiali per la cucina a vista

Di grande attualità quest'anno, perfette nei loft ricavati dalla trasformazione di ex spazi industriali o laboratori, le cucine industriali si differenziano per l’aspetto minimale e per il senso di rigore, prodotto dall’utilizzo di finiture quali acciaio, alluminio, ferro e ghisa. Le cucine industriali si possono inserire anche in contesti più piccoli, basta rispettare il gusto delle superfici grezze, invecchiate e ossidate. Tuttavia non sono cucine poco accoglienti o fredde, perché i metalli si accompagnano sempre al legno o a materiali che ne riproducono l’effetto. A seconda del budget a disposizione, lo stile industriale si può declinare in molteplici modi, da completare con finiture, pavimenti e complementi rigorosamente old style.

Immagini: Snaidero, collezione First