Magazine \ Cura della Casa

Come pulire la lavastoviglie e creare detersivi naturali per i piatti

created by Team editoriale Venerdì, 8 Settembre, 2017 - 14:55

2
Media: 2 (1 voto/i )

Grazie ai nostri utenti, ci siamo già occupati di come pulire la lavastoviglie con metodi naturali ed ecologici, senza usare prodotti chimici. Facciamo un rapido riassunto per poi capire come creare con il fai da te, un detersivo biodegradabile per la lavastoviglie. Uno degli aspetti che ci ha più colpito durante le nostre ricerche è stato scoprire quanto la cucina sia piena di germi e batteri. Per esempio le spugne per lavare i piatti sono uno degli strumenti più usati in cucina. Quest’oggetto, poichè rimuove i residui di alimenti ed è sempre umido, crea l’ambiente ottimale per lo sviluppo dei batteri. Batteri come l‘Escherichia coli, lo Staphylococcus aureus e la Salmonella possono sopravvivere sulle spugne per giorni dopo il primo contatto. Per questo motivo, usare il sapone non basta: è importante disinfettare regolarmente la spugna.

Secondo il Dr. Philip Tierno, professore di Microbiologia e Patologia dell’Università di New York: “La cosa più sporca che può trovarsi in casa è la spugna per lavare i piatti, forse ancora più sporca del copri water o del cestino dell’immondizia“. Anche la lavastoglie raccoglie molti batteri, nonostante le alte temperature utilizzate. Ecco perchè per eliminare i cattivi odori e i batteri dalla lavapiatti, dovresti pulire almeno una volta a settimana le pareti della lavastoviglie, le tubature e il filtro. Inoltre puoi effettuare un lavaggio a vuoto, una volta al mese, ad alta temperatura con dei prodotti naturali.

I metodi migliori per sgrassare e igienizzare sono questi:

- Aceto di vino bianco abbinato al succo di limone messo sul fondo del vano piatti

- Bicarbonato di sodio diluito in un bicchiere d’acqua versato sul fondo del vano piatti

Ricordati di pulire il filtro almeno una volta a settimana con limone e aceto, oppure bicarbonato.

È un’operazione un po’ noiosa, ma essenziale per il corretto funzionamento della lavastoviglie. Sciacqualo con cura sotto l’acqua per qualche minuto e assicurati che i fori siano liberi da impurità. Puoi aiutarti con uno spazzolino da denti usato. Per eliminare i cattivi odori, ultima la pulizia con un panno morbido inumidito con aceto di vino.

Un consiglio: prima del lavaggio inserisci direttamente all'interno della lavastoviglie 2 bicchieri di aceto bianco: oltre a detergere, l'aceto contrasta la durezza dell'acqua e quindi il calcare. Le tue stoviglie saranno brillanti senza l'utilizzo di brillantante e prodotti chimici.

 

Come creare pastiglie per la lavastoviglie e detersivi fai da te

Per creare delle pratiche pastiglie per la lavastoviglie fai da te, totalmente naturali, hai bisogno di 2 ingredienti poco noti, oltre a quelli più comuni, facilmente reperibili al supermercato: carbonato di sodio e sodio borato. Il carbonato di sodio, da non confondere con il bicarbonato (manca la molecola di idrogeno) è un ottimo detergente, utilizzato per molteplici utilizzi domestici e lo trovate anche con il nome di soda (ma attenzione che non è la soda caustica), e il sodio borato o borace, un detergente e disinfettante naturale acquistabile in farmacia.

Dosi e Ingredienti:

2 tazze di carbonato di sodio

1 tazza di borace o sodio borato

½ tazza di sale grosso

½ tazza di aceto di vino bianco

1 tazza di succo di limone o 20 gocce di olio essenziale di limone

Preparazione:

Mescola il tutto, con l’aiuto dell’aceto. Non preoccuparti se l’aceto causa un'iniziale effervescenza della mistura perchè è normale, così come è normale che il composto tenda ad aggrumarsi da sè. Per creare le pastiglie utilizza i contenitori del ghiaccio. Dopo aver versato il composto lì dentro, attendi 24 ore per farlo asciugare. Utilizza queste pastiglie come quelle classiche. Vedrai che il risultato sarà grandioso.

Fonte: Tuttogreen.it | Foto: 1