Magazine \ Cura della Casa

Le piante che purificano l’aria e che rendono più salubri gli ambienti

created by Team editoriale Martedì, 10 Aprile, 2018 - 15:37

Ancora nessun voto

Kamal Meattle è un indiano che dieci anni fa divenne allergico all’aria di Delhi. Le sue capacità polmonari erano scese al 70% e rischiava di morire. Con l’aiuto di alcuni studiosi e alcuni studi della NASA scoprì che esistono 3 semplici piante verdi, molto cumuni che riescono a purificare l’aria negli ambienti chiusi. Queste 3 piante sono: la palma Areca, la Sansavieria e l’Epipremnum. Sembrerà uno scherzo ma non è così: le piante possono davvero salvarti la vita. Ma quali sono queste piante che possono avere effetti miracolosi sulla salute dell’aria? Vediamole insieme.

La palma Areca è una pianta che toglie CO2 e la converte in ossigeno e bastano 4 piante ad altezza spalla in casa, a testa, per avere aria pulita negli edifici. La Sansavieria agisce invece di notte convertendo la CO2 in ossigeno proprio nelle ore buie. Per ogni persona in casa, ne servono dalle 6 alle 8 piante. Infine c’è l’Epopremnum che rimuove addirittura la formaldeide e altre sostanze chimiche volatili nell’aria (presenti in casa perché ad esempio, usi detersivi chimici per le pulizie). In sostanza questi studi hanno dimostrato come da sole queste 3 piante hanno la capacità di far aumentare del 42% le probabilità che l’ossigeno aumenti nel sangue. Inoltre le irritazioni agli occhi sono ridotte del 52%, quelle al sistema respiratorio del 34%, le cefalee ridotte del 24% e l’asma del 9%. Insomma, un’ottima e semplice soluzione per avere l’aria in casa più pulita. Qui puoi leggere anche le migliori piante per la camera da letto, per purificare l’aria e dormire meglio. E le avvertenze degli studiosi quali sono? Ovviamente ricordati di pulire le foglie ogni settimana con dell’acqua e almeno una volta all'anno porta le tue piante a "respirare aria pulita" in un giardino o un parco per qualche giorno. Anche loro devono poter purificarsi.

E nelle nostre case qual è la qualità dell'aria?

Anche da noi la qualità dell'aria non è delle migliori, soprattutto nelle città più grandi. Non solo per via dell'inquinamento, ma anche per i prodotti utilizzati per la pulizia della casa. Respirare inquinanti nocivi in casa, soprattutto in ambienti che vengono poco aerati, significa respirare principalmente queste sostanze pericolose: acetone, ammoniaca, alcol metilico, formaldeide e residui di detersivi. Il bagno di solito è il luogo più ricco di sostanze chimiche volatili a causa dell'umidità, dei prodotti utilizzati e degli scarichi idraulici.

Basterà sistemare una pianta ogni 9 metri quadrati per avere una qualità dell'aria maggiore, un ambiente più salubre e fresco. I risultati saranno evidenti: meno mal di testa e arrossamenti agli occhi, una migliore ossigenazione del sangue, maggiore rendimento psicofisico e meno inquinamento. Anche qui una semplice avvertenza: più riuscirai ad aprire le finestre dopo le pulizie e maggiore sarà il ricambio dell'aria. Un modo in più per eliminare le sostanze nocive presenti.

I fiori che puoi piantare sul tuo terrazzo in primavera

Abbiamo visto le 3 piante che puoi tenere in casa per purificare l’aria. Ma si sa, il periodo primaverile è il momento migliore per preparare il giardino e il terrazzo ad accogliere delle bellissime piante. Se hai uno spazio all’aperto puoi infatti piantare i fiori e i bulbi più belli perché la natura si sta risvegliando e il terreno è più fertile del solito grazie alle condizioni climatiche ottimali. Se hai un giardino oppure o un terrazzo, ecco i fiori che puoi piantare nei vasi o nel giardino. Ecco una lista delle specie di fiori più belli che abbiamo selezionato per il tuo spazio outdoor.

La dalia

Le dalie sono piante tuberose perenni che vengono piantate in primavera e finiscono in estate. Durano per sempre grazie al loro bulbo. Le puoi piantare in ambienti soleggiati e in un terreno umido ma ben drenato. I bulbi devono essere piantati ad una profondità di 10-12 cm. I colori sono vividi ed accesi e le loro corolle sono imponenti.

La petunia

La petunia è un fiore che si coltiva in primavera e fiorisce in estate. E’ un fiore molto consigliato per il terrazzo perché ha una fioritura molto abbondante e dei colori delle corolle molto variegate. Inoltre la sua facilità di coltivazione ti permette di non faticare troppo: basta un terreno ben drenato, con una esposizione in pieno sole.

Il lillà

Il lillà è un arbusto che può raggiungere altezze importanti (2/3 metri) con fiori a stella riuniti in splendidi petali a cono. Il colore lilla indaco è uno dei più suggestivi in natura e inoltre è l’ideale da inserire in giardino visto la sua altezza.

Le azalee

Le azalee sono della stessa famiglia dei rododendri e hanno dei meravigliosi fiori rosa, rosso, bianco, magenta, con fitte foglie. Esistono molte varietà e il periodo di fioritura va da marzo a ottobre. Puoi piantarle in vaso e in giardino, anche in casa. Il terreno è molto importante perché deve essere tendenzialmente acido, senza ristagni d’acqua. Zona semiombreggiata, le azalee non temono nemmeno il freddo.

Crochi

I crochi sono dei piccoli fiori primaverili, a bulbo, con steli da 20 cm. Il terreno ideale per i crochi è la torba unita alla sabbia. Come per tutti i fiori e bulbi, dev’essere sempre ben drenato. In questo caso con poche annaffiature. Meglio metterli al riparo dal vento e non temono il sole.

Foto 1 Cover | Foto 2 Dalia

Clicca qui per vedere la promo Ikea