Magazine \

Le detrazioni fiscali del 2019 per la ristrutturazione di casa

created by Team editoriale Giovedì, 3 Gennaio, 2019 - 15:20

Ancora nessun voto

Sono stati prorogati i bonus fiscali previsti per chi esegue lavori di ristrutturazione o acquista mobili. La legge di bilancio 2019 difatti ha fatto slittare il termine ultimo per accedere alle detrazioni fiscali in caso di ristrutturazione e risparmio energetico. Oggi puoi chiederlo fino al 31 dicembre 2019. Prevista anche la detrazione fiscale al 50% per l’acquisto di elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni) e mobili nuovi per arredare l’immobile oggetto di lavori di ristrutturazione.

Bonus mobili e bonus ristrutturazione 2019

Se realizzi un intervento di ristrutturazione edilizia a partire dal primo gennaio del 2019 potrai avere la detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici in classe non inferiore alla A+ (di quelli cioè a risparmio energetico). Le spese per l’arredo dovranno essere sostenute nel 2019 e avranno un tetto massimo di 10mila euro. Viene confermato in blocco l’assetto attuale. Quindi, come avviene già adesso, lo sconto andrà diviso in dieci rate annuali. Ti ricordiamo che il bonus mobili può essere richiesto solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia (e usufruire della relativa detrazione), sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni di edifici, sempre residenziali.

Ecobonus 2019: come funziona

La legge di bilancio ha prorogato sempre fino al 31 dicembre 2019 anche l’ecobonus, la detrazione Irpef al 65% per: installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda; sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore; sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione almeno in classe A con sistemi di termoregolazione evoluti; sostituzione di impianti esistenti con micro-cogeneratori; l’acquisto e l’installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti. Rimane al 50% la detrazione fiscale per le spese relative a: acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi; acquisto e posa in opera di schermature solari; sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a biomassa e caldaie a condensazione in classe A; acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

 

Chi può usufruire del bonus ristrutturazione 2019

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato. L’agevolazione spetta non soltanto ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali/personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese e in particolare ne possono usufruire: Proprietari o nudi proprietari, Titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie), Locatari o comodatari, Soci di cooperative divise e indivise, Imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce, Conviventi more uxorio, Componente dell'unione civile.