Magazine \ Fai da te

Le pitture per dipingere casa decorando le pareti

created by Team editoriale Mercoledì, 30 Agosto, 2017 - 14:52

Ancora nessun voto

Alle volte basta un tocco di colore per avere una casa diversa. Se qualche tempo fa ti abbiamo raccontato come trasformare la tua abitazione senza ristrutturare, oggi ti facciamo vedere come rinnovare gli ambienti con la pittura murale. Magari un pizzico di verde in quell'angolo dimenticato del salotto o nella parete più buia della camera da letto, potranno trasformare le stanze, in poco tempo, e soprattutto in un modo molto economico: con il fai da te. In questa pratica guida ti daremo indicazioni su quali pitture utilizzare se vuoi dare nuova vita alle tue pareti, decorando e rendendole uniche con la tua fantasia.

Non solo colore quindi, con questi prodotti potrai sbizzarirti per creare dei decori creativi o delle particolari finiture alle tue pareti. Il costo? Togliendo la manodopera, i costi sono molto contenuti... ecco cosa puoi fare il prossimo weekend, magari invitando qualche amica a darti una mano (e diciamolo, non c'è niente di meglio che passare del tempo con le amiche, con loro siamo sicuri che ti puoi divertire anche pitturando casa!).

Primo passo: colore, colore e colore!

Per un nuovo look il segreto è il colore. Puoi usare una tinta diversa per ciascun ambiente del tuo appartamento. Puoi anche pitturare una singola pareti delle quattro, unendo la tonalità che hai usato agli accessori di arredo come tende, tappeti e oggetti. Ricordati che quest'anno va di gran moda il verde, in tutte le sue tonalità e fantasie. Oppure puoi pensare di utilizzare l'effetto glitter, come ha fatto l'azienda Pittura Lavagna che propone delle vernici fatte con resine trasparenti che hanno migliaia di brillantini per un effetto luminescente.

Quali pitture usare?

Quelle più comuni sono le idropitture che puoi acquistare anche online con una minima spesa. Sono a base d’acqua e, a seconda delle percentuali delle componenti, hanno caratteristiche e rese molto diverse. Le componenti principali sono i pigmenti coloranti, gli additivi che influenzano le prestazioni, come il gocciolamento e l'omogeneità, le cariche che inspessiscono la miscela, rendendola più o meno coprente. In commercio puoi trovare anche delle idropitture antimuffa, con potere fonoassorbente e termoisolante.

Ci sono anche particolari finiture murali che oltre a rinnovare, riescono anche a nascondere le piccole imperfezioni sulle pareti o a preservarle, per esempio, dall’umidità. Per una resa estetica originale, puoi invece utilizzare la finitura metallizzata a effetto sabbiato in argento e oro, davvero originali.

Infine la tecnica dello spatolato che dona al muro un effetto anticato. Lo spatolato è uno stucco minerale dalla finitura lucida che si applica con degli speciali strumenti di facile reperibilità: spatola o frattazzo. I costi sono più elevati di una normale pittura ma l'effetto è duraturo e sorprendente. In questo caso puoi decorare come vuoi le tue parete, creando vari decori. Ma come si procede? Per questa tecnica occorre innanzitutto creare lo sfondo con una semplice vernice. Lasciate asciugare bene e poi con la spatola aggiungi tocchi di colore compiendo movimenti semi rotatori decisi. Ripassa sopra un altro strato di vernice omogenea e il gioco è fatto.

Se vuoi dare delle particolari nuances alle tue pareti puoi utilizzare le cere. Le cere per pittura servono a creare delle sfumature cromatiche. La base delle cere è acquosa. Come si procede? Basta passare sopra la preesistente pittura uno strato di cera per avere un muro più luminoso e perlescente che cambia a seconda della luce. Si stende con un panno o una spatola. Una volta asciugata va levigata con un panno di lana o una levigatrice elettrica.

Infine gli smalti per interni (attenzione a quelli per esterni che essendo molto coprenti, hanno anche sostanze tossiche volatili). Gli smalti sono coprenti e possono essere satinati, opachi o lucidi. Per dipingere la parete con questo tipo di materiale è possibile usare sia il pennello che il rullo, quest’ultimo è più pratico, ma meno preciso ed uniforme, mentre il pennello è meno agevole, ma conferisce un risultato migliore nelle rifiniture, come ad esempio vicino alle prese della corrente o negli spigoli. L'effetto è particolarmente raffinato rispetto ad una normale vernice. Da usare per dare alla stanza un aspetto di gran classe.

Immagini 1 |