Magazine \ Guida all'acquisto della casa

Cosa controllare prima di acquistare casa

created by Team editoriale Giovedì, 15 Febbraio, 2018 - 10:06

5
Media: 5 (3 votes)

 

L’acquisto della casa può essere il passo più importante, a livello finanziario, che puoi trovarti a compiere nella tua vita. È un impegno a lungo termine, che ti impegnerà per molti anni ed è giusto dunque avere ben chiaro cosa bisogna sapere prima di acquistare una casa: prima di farti carico di un mutuo dovrai avere ben presente quali sono le spese che dovrai sostenere, e dovrai essere certo di stare acquistando la casa giusta per te.

In questa breve guida vediamo alcuni consigli per l’acquisto casa e quali sono i requisiti fondamentali che una proprietà deve soddisfare, affinché l’acquisto venga fatto in tutta sicurezza. Ovviamente la scelta di un immobile è dettata anche da aspetti emotivi, dall’impatto che hai avuto quando per la prima volta hai varcato l’ingresso, dalla disposizione delle stanze o da altri fattori che possono influenzare la tua scelta. È giusto dare ascolto alle proprie sensazioni, ma è bene agire nella piena consapevolezza di quello che si sta facendo.

Cosa controllare quando si acquista una casa

Affidabilità del venditore

Stai comprando casa da privato o tramite agenzia? Prima cosa da fare quando si compra casa da un privato è accertarsi che il venditore sia il reale proprietario della casa che vuoi acquistare, può sembrare paradossale o scontato, ma è meglio avere tutte le informazioni per evitare truffe. Se si tratta di un procuratore è necessario accertarsi che sia in mano di una procura valida.
Altro elemento da considerare è verificare se il venditore sia in regime di comunione dei beni: in tal caso, il coniuge deve essere consenziente alla vendita.
Se il venditore è un’impresa, accertati che non sia in stato fallimentare.

Documenti della casa in regola

Per prima cosa devi sapere come il venditore sia venuto in possesso della casa; dunque, richiedi l’atto di provenienza dell'immobile, che sia un rogito, una donazione o una successione.
Questo perché qualsiasi erede ha tempo dieci anni per far valere i propri diritti e contestare una divisione ingiusta dell’eredità. In tal caso è buona norma che il venditore depositi presso il notaio la cifra versata in sede di compromesso. 

Dati ipotecari casa

Un controllo importante, che generalmente effettua il notaio prima dell’acquisto della casa, è quello sulla situazione ipotecaria. La verifica va effettuata presso la Conservatoria dei registri immobiliari e ti darà conto se sulla casa gravano ipoteche o pignoramenti.

Situazione catastale immobile

Presso l’Agenzia del Territorio potrai sapere se l’immobile è accatastato regolarmente e se la planimetria corrisponde allo stato attuale della casa. Verifica tramite una visura catastale che l’immobile sia effettivamente abitativo: in città può capitare che alcuni costruttori non proprio onesti abbiano ricavato appartamenti in spazi registrati come cantine o garage, o come soffitte. Questo controllo ti metterà al riparo dall’acquistare uno spazio in cui non potranno essere fatti gli allacci delle utenze, ma che avrai pagato come un appartamento vero e che quando lo andrai a rivendere non otterrai lo stesso prezzo al mq.
Se la casa fosse stata costruita abusivamente, in tutto o in parte, è necessario che il venditore richieda un condono o un adeguamento dei dati della proprietà.

Spese condominiali

Anche qui occorre fare attenzione oltre al costo mensile del condominio, alla situazione dei pagamenti del venditore: se quest’ultimo avesse un debito con il condominio, questo ricadrebbe su di te. Altra questione importante è informarsi sulle condizioni dello stabile, se ci sono in programma lavori di manutenzione straordinaria, se l’edificio ha problemi di stabilità…

Controllo impianti e documentazione

Tutti gli impianti realizzati dopo il 27 marzo 2008 (legge 37/08) devono possedere una certificazione di conformità rilasciata dalla ditta che ha fatto l’impianto.
Il venditore deve anche possedere l’Attestato di certificazione energetica, indicante la classe energetica in cui rientra l’appartamento.

Valore dell’appartamento

Per chi non lavora nel settore immobiliare non è così semplice avere un’idea corretta del reale valore di un immobile. Sicuramente una buona prassi è informarsi sui prezzi medi al mq nella zona in cui si trova la casa che vuoi acquistare, fare tanta ricerca su internet, vedere gli altri annunci e valutare lo stato di appartamenti con caratteristiche simili. Poi ovviamente ci sono delle caratteristiche che fanno variare il prezzo, come ad esempio l’esposizione al sole, il piano, lo stato del palazzo, la presenza o meno di ascensore, il riscaldamento autonomo…
Ma vediamo quali sono gli aspetti che possono far aumentare o diminuire il prezzo dell’appartamento:

  • Piano attico + 20% 
  • Abitazione con più bagni +5%
  • Riscaldamento autonomo +5%
  • Piano seminterrato - 30%
  • Piano terra - 20%
  • Piano terra con giardino - 15%
  • Piano 2° senza ascensore -5%
  • Dal terzo piano in poi senza ascensore - 10% per ogni piano
  • Assenza di riscaldamento -5%
  • Impianto elettrico non conforme -5%


Condizione dell’appartamento

Una visita approfondita della casa può essere un buon punto di partenza. Ovviamente se avessi il sospetto che ci possa essere qualcosa che non va, prendi appuntamento con dei tecnici per controllare la casa prima dell’acquisto: se vedi grosse crepe devi accertarti che non ci siano problemi di stabilità, oppure se l’impianto elettrico è vecchio potrebbe aver perso la capacità di isolamento e dunque potresti doverlo rifare.
Controlla pavimenti, maioliche, infissi, lo stato di porte e finestre. Se ci sono piastrelle danneggiate o rotte ad esempio, nella maggior parte dei casi non troverai la singola mattonella da sostituire, e dovresti quindi considerare di cambiarle tutte. Questo può essere un buon argomento per abbassare il prezzo!

Zona

La casa non è un elemento isolato, ma è immersa nel territorio circostante, informati dunque sui servizi che ci sono nella zona: se è ben collegata con i mezzi pubblici, se hai l’auto (e non è incluso un posto auto nella proprietà) se puoi avere problemi nel parcheggiare, se ci sono aree verdi o scuole… magari adesso non hai figli, ma non si sa mai! Purtroppo ci sono aree abitative che sono vere e proprie cattedrali nel deserto, costruite senza gli adeguati servizi accessori. Per fare un esempio incredibile, fino a qualche anno fa esistevano zone appena fuori dalla capitale in cui non era possibile avere un collegamento internet!
Informati anche se la zona è considerata sicura o se avrai necessità di installare impianti antifurto. 

Adesso sai cosa chiedere quando vedi una casa! Usa queste informazioni per scegliere con attenzione l’immobile da acquistare e usale per trattare sul prezzo: tieni presente che il prezzo che vedi sugli annunci è il prezzo che propone il venditore, quindi tenderà a essere un prezzo al rialzo, tratta sempre sul prezzo e avvicinati al reale valore dell’immobile, senza aver fretta o aver paura di perdere un’occasione. Gli immobili in vendita sono tanti e sicuramente, con una ricerca paziente e accurata, troverai quello giusto per te. E una volta trovato, e accertatoti che vi siano tutti i documenti necessari, procedi pure a fare la tua propota. Come fare? Leggi la nostra guida all'acquisto di casa.