Magazine \ Ristrutturazioni & Materiali

Come ricavare una stanza in più e ottimizzare gli spazi in casa

created by Team editoriale Martedì, 19 Dicembre, 2017 - 10:04

5
Media: 5 (3 votes)

Arriva un momento in cui la nostra dolce casa ci sta stretta e può essere necessario capire come aggiungere una stanza, magari perché è in arrivo un figlio, o piuttosto perché scopriamo di aver bisogno di una stanza per gli ospiti, oppure di uno studio. Certo pensare di acquistare una casa nuova sarebbe l’ideale, ma non sempre siamo nella condizione di affrontare l'acquisto di una nuova casa, il trasloco e la vendita della proprietà attuale, in più la casa in cui viviamo può avere per noi un valore affettivo che ci impedisce di separarcene. Se ti trovi in questa situazione non preoccuparti, in questo articolo ti sveleremo come costruire un stanza in più in modo semplice.

Cosa fare per ricavare una stanza in più quindi? Prima di tutto armati della planimetria di casa in modo tale da valutare e calcolare esattamente i mq di ogni stanza. Fatto ciò è indispensabile che tu conosca alcune norme vigenti riguardo l’idoneità alloggiativa di ogni stanza.

Elenchiamo i requisiti minimi per mq che occorrono per costruire determinate stanze:

  • 14,31 mq camera matrimoniale con due infissi esterni
  • 15,60 mq camera con possibilità di stanza doppia
  • 9,26 mq cameretta con un solo letto
  • 9,20 mq cameretta con armadio in nicchia
  • 6,85 mq bagno più grande con lavatrice e vasca
  • 6 mq studio
  • 4,25 mq secondo bagno con doccia.

Consigliamo comunque di verificare le prescrizioni del regolamento edilizio ed igienico del Comune di appartenenza che potrebbe richiedere maggiori requisiti ed imporre ulteriori restrizioni per ricavare una camera in più. Una volta che avrai un’idea di cosa voler cambiare rivolgiti ad un esperto per un parere.

Come creare due stanze da una

Ma vediamo adesso come poter rinnovare i nostri spazi e come ricavare due camere da una. Come spesso erroneamente si fa, avrai la tentazione di rivoluzionare tutti gli spazi, ma non è così! Se la tua casa possiede una stanza molto spaziosa non dovrai fare altro che lavorare su di essa in modo da dividere la stanza in due ambienti. La scelta migliore, infatti, sarebbe decidere di sfruttare quello spazio per ricavare una cameretta per tuo figlio, ad esempio. Se disponi di un ampio spazio nell'area giorno il gioco è fatto, puoi ricavare la cameretta dal soggiorno.

La stanza in più dal soggiorno, in base alle necessità, potrà essere ricavata con un intervento non molto invasivo: se ad esempio devi capire come ottenere una seconda stanza da letto, puoi costruire un setto murario con forma a L, magari dividere la stanza con muro in cartongesso dando una suddivisione razionale degli spazi.

Con questa soluzione, il tuo soggiorno potrebbe risultare più piccolo, ma puoi riorganizzare l'arredamento secondo la superficie a disposizione, creando un moderno angolo cottura. Se poi il tuo soggiorno è ben illuminato, magari da un balcone con porte-finestre, la diminuzione dello spazio non si sentirà particolarmente.

Inoltre, una volta iniziati i lavori di costruzione di una stanza in più puoi sempre decidere di dare nuovo volto all’ambiente ri-dipingendo le pareti di casa. Per qualche idea ti consigliamo di dare un'occhiata al nostro articolo sui trucchi per rendere una stanza più grande.

Come dividere due ambienti senza muri

Hai mai pensato di dividere una stanza senza opere murarie? Questo è un altro modo per creare una stanza nella stanza, dando un tocco di design alla tua casa, senza però dover farsi carico di lavori troppo lunghi e onerosi. La soluzione che ti proponiamo è di ricavare una camera con la porta scorrevole, in modo da dividere gli ambienti ma non permanentemente, è ottimo se vuoi costruire uno studio in salotto, o l’area fitness in camera da letto.

Vi sono vari tipi di porte scorrevoli come le porte scorrevoli a vetro, porte scorrevoli in legno oppure porte decorate, tutto dipende dal tipo di stile che avete in casa, puoi farti un'idea della vastità di prodotto con le porte scorrevoli di Staino e Staino (in foto).

Realizzare una micro cameretta

Se hai urgente bisogno di una soluzione momentanea, con un bebè in arrivo e nessuna possibilità di dividere altri ambienti della casa, puoi pensare di ricavare una micro cameretta da una nicchia e farne anche una area gioco.

Le cose da fare non sono molte:

  • Un lettino su misura, questo ti permetterà di adattarti completamente alle forme e allo spazio che hai a disposizione.
  • Acquista alcune mensole in cui potrai sistemare i suoi giochi. Per evitare che la camera sia sempre piena di giochi sparsi qua e là, sistema le mensole fuori dalla portata del tuo bimbo.
  • Decora la nicchia: prediligi colori accesi come il blu oppure il verde, i colori brillanti permetteranno al tuo bambino di sviluppare meglio la sua creatività.
  • Ricordati il fasciatoio! In piena notte non sempre si ha voglia di arrivare fino in bagno.

Infine, una volta capito come ricavare una micro cameretta e creare una nursery, inizia a pensare come personalizzarla, ad esempio aggiungendo un decoro che faccia da cornice. Dai spazio alla tua creatività creando delle decorazioni Fai da Te o utilizzando degli stiker, in ogni caso, pensa a come sarà meglio abbinare le decorazioni allo spazio realizzato. 

Ricavare una stanza dal terrazzo

Quando lo spazio in casa non è sufficiente per ricavare una stanza in più un’alternativa potrebbe essere quella di ricavare una stanza in terrazza.

Tieni conto però che la costruzione è limitata da delle norme giuridiche, infatti la Legge sul Piano Casa consente l’ampliamento della volumetria esistente dell’edificio del 20%, quindi è possibile sfruttare il balcone o il terrazzo. In pratica è possibile realizzare questo intervento tramite una D.I.A (Dichiarazione di inizio attività), disciplinata dagli articoli 22 e 23 del Testo Unico dell’Edilizia.

Stanza in terrazza, quali permessi chiedere

La D.I.A è stata ideata per snellire le pratiche burocratiche per la realizzazione alcuni interventi edilizi. Il committente ed il tecnico hanno maggiori responsabilità, infatti è prevista la redazione di una relazione tecnica del progettista, nella quale si attestano gli interventi che si dovranno realizzare, la strumentazione urbanistica locale e le norme in materia edilizia. Cosa molto importante, il progettista dovrà assumersi tutte le responsabilità che ne derivano, anche penali, inoltre la richiesta dovrà riportare il nominativo della ditta che eseguirà i lavori.

Una volta redatti i documenti, questi andranno presentati all’Ufficio del Comune di appartenenza della tua casa. Inoltre, se abiti in condominio, dovrai ottenere l’approvazione unanime da parte di tutti i condomini, dopodiché anche questa andrà presentata al Comune.

Come ricavare una stanza in terrazza

Adesso dobbiamo pensare alla soluzione strutturale più adatta, come realizzare la veranda dunque? Ci sono diverse soluzioni:

  • veranda a vetrata
  • veranda con vetrate e muratura
  • veranda in muratura

Se ti piace l’idea di una bella veranda a vetrata, presta attenzione all’isolamento termico. Opta dunque, per serramenti con profilo a taglio termico e doppi vetri, assicurerai così anche l’isolamento acustico. Negli ultimi due casi, invece, bisogna prestare attenzione e stimare la portanza del solaio, specialmente se si tratta di balconi, rispettando i requisiti previsti dalle Norme Tecniche per le costruzioni in zone sismiche.