Magazine \ Ristrutturazioni & Materiali

Come trasformare una vasca in doccia: tutte le fasi e i costi

created by Team editoriale Mercoledì, 25 Ottobre, 2017 - 11:56

5
Media: 5 (2 votes)

Stai pensando di ristrutturare il tuo bagno per dare nuova vita all’ambiente? Trasformare la vasca in doccia può essere un'idea interessante se lo spazio a disposizione è esiguo. Come sarebbe il tuo bagno senza la vecchia vasca? Ricavare dello spazio in più in bagno è in molti casi indispensabile, specialmente per chi vive in appartamento e ha a disposizione spazi limitati.

Conviene sostituire una vasca da bagno con una doccia? Sicuramente il risparmio energetico dato dall’uso di una doccia piuttosto che di una vasca è notevole: la doccia consuma un terzo dell’acqua calda in meno rispetto ad una vasca da bagno, dunque sicuramente alla lunga il risultato è un consistente risparmio energetico e nel consumo dell'acqua.  

Anche il tempo è un fattore interessante: i lavori per installare la doccia al posto della vasca da bagno sono abbastanza rapidi. Da non sottovalutare poi l'entità del costo che, come vedremo più avanti, è abbastanza contenuto. Vediamo dunque insieme come trasformare una vasca in doccia senza rinunciare al comfort e al design.

Trasformare vasca in doccia: fasi da seguire

Iniziamo a capire come montare una doccia al posto della vasca, analizzando le varie fasi dei lavori che possiamo suddividere in:

  • sopralluogo, che effettuerà l’impresa specializzata alla quale deciderai di rivolgerti. È un passaggio necessario per visionare la situazione attuale controllando eventuali impedimenti o difficoltà tecniche;
  • rimozione della vasca da bagno che verrà smaltita insieme a tutto il materiale di risulta;
  • preparazione della superficie che ospiterà la doccia con una verifica del passaggio degli scarichi, apportando le dovute modifiche. L’area interessata viene poi ricoperta con del materiale sigillante, in modo da creare il giusto piano d’appoggio;
  • installazione del box doccia, con annessa rubinetteria e tutti gli accessori scelti;
  • rivestimento delle pareti circostanti. Occorre rivestire e quindi rifinire la parete circostante, isolando così il muro da possibili infiltrazioni d’acqua: sul mercato puoi trovare tante ipotesi di coperture realizzate con materiali e stili differenti, in modo da poter dare al tuo bagno l'aspetto che più ti piace spaziando tra eleganza e design, semplicità di manutenzione e grande durabilità.

La durata dei lavori di sostituzione della vasca in doccia in genere richiede una quantità di tempo limitato: molte aziende sul mercato promettono di completare i lavori anche in mezza giornata lavorativa! La durata comunque dipende dalle condizioni in cui verte la vasca da sostituire, senza dimenticare il rifacimento degli scarichi ecc...

Quale doccia scegliere?

La vasca da bagno ha sicuramente un fascino d’altri tempi, in più è innegabile il comfort e relax che può regalarti un bel bagno caldo profumato da olii essenziali; ma togliere la vasca e mettere un piatto doccia non vuol dire rinunciare a tutto questo. Anche le docce oggi possono regalarti grandi momenti di relax e allo stesso tempo costituire un elemento d'arredo ricercato e moderno. Come per ogni elemento d’arredo della casa il box doccia per il tuo bagno dovrà adattarsi allo stile della stanza.

Quindi, quale box doccia scegliere? Se sei amante del design moderno e degli optional da centro benessere, le cabine doccia multi funzionali fanno al caso tuo: installando un box doccia in cristallo, donerai spaziosità e luce al tuo bagno. In più, per ricreare la tua spa casalinga potrai inserire: bagno turco, doccia emozionale, cromoterapia o il tanto desiderato jet idromassaggio.

Per finire, se vuoi rendere perfetto il tuo angolo di relax, puoi arredare la doccia con un display LCD digitale o radio per guardare film e serie tv sotto la doccia o per ascoltare la tua musica preferita cantando a squarciagola.

Quanto costa trasformare una vasca in doccia?

Quanto costa togliere una vasca e mettere un box doccia? I costi da calcolare sono vari e dipendono molto dalla tipologie di lavori e i materiali che scegli di utilizzare; in generale il prezzo stimato dell’opera può variare da 400 € fino a 2.500 € ed oltre.

Ad esempio, trasformare la vasca in un box doccia realizzato in acrilico ha un prezzo molto contenuto, in media la struttura costa 129 €, senza considerare ovviamente il costo dei lavori. Essendo un materiale che non è sottoposto a molti trattamenti, può essere una soluzione molto economica ma meno duratura nel tempo.

Una doccia in cristallo temperato ha un costo mediamente più alto ma garantisce una durata nel tempo oltre ad essere più resistente, più semplice da pulire e con un migliore effetto estetico.

Trasformare vasca in doccia: quali detrazioni si possono chiedere?

Bisogna sottolineare che secondo la Circolare 3/E del 2 marzo 2016 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che non è possibile ricorre alle detrazioni fiscali per trasformare o sostituire la vasca con una doccia, diversamente da quanto viene affermato in molti spot televisivi di aziende del settore.

La trasformazione della vasca in doccia non è una tipologia di intervento presa in considerazione dalle agevolazioni in quanto rientra nella manutenzione ordinaria della casa, pertanto non viene ammessa al beneficio delle detrazioni Irpef del 50%. Inoltre, stando a quanto dichiarato dalla Legge n.13/1989 e dal D.M. 236/1989, l’intervento non viene neanche considerato come opera per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

La stessa Agenzia delle Entrate sempre con la Circolare 3/E del 2 marzo 2016, dà indicazioni su come rendere agevolabile tale sostituzione. Basta che questa rientri all’interno di lavori di rinnovamento del bagno più profondi, come cambiamenti strutturali o modifiche all’impianto idrico. Questo avviene perché in edilizia, le opere di categoria superiore inglobano quelle di categoria inferiore.

Immagini: Istockphoto